Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

I segreti della lunga vita svelati a Bologna al primo Festival della Scienza Medica

</span></figure></a> Vivere a lungo con due bagagli
Vivere a lungo con due bagagli

Nella città dov’è nato il più antico ateneo del mondo occidentale dal 7 al 10 maggio si terrà la prima edizione del Festival della Scienza Medica che ha come tema “la lunga vita”. Nel denso programma di incontri bolognesi, presenti 4 premi Nobel, scienziati, professori universitari, storici, antropologi, scrittori e imprenditori illustreranno gli scenari legati all’invecchiamento della popolazione e gli orizzonti della ricerca scientifica più avanzata: la medicina rigenerativa, il sogno dell’immunità e del controllo sul cancro, la medicina del dolore e del placebo, la medicina dei trapianti, le nuove tecnologie, dell’imaging, della comunicazione a distanza e della telemedicina, le frontiere delle biotecnologie, le tecniche di fecondazione assistita, la nutraceutica e la nuova geroscienza.

Ad aprire il Festival il 7 maggio alle 17.00 al Salone del Podestà l’intervento “Vivere a lungo: il viaggiatore con due bagagli” di Luc Montagnier , premio Nobel per la Medicina e professore presso l’Istituto Pasteur di Parigi. Montagnier nella sua lecture esporrà la tesi dell’essere umano viaggiatore con due bagagli: “il primo è il corredo biologico che riceviamo dai nostri genitori e tramandiamo ai nostri figli; ma c’è un secondo bagaglio, molto più recente nella storia evolutiva, quello culturale, quello con cui modelliamo l’ambiente in cui evolviamo e nel quale troviamo anche le conoscenze della medicina. La durata della vita dipende certo dal nostro patrimonio genetico ma per vivere a lungo bisogna accedere e contribuire alla crescita della conoscenza. Per cercare di vivere in salute il più a lungo possibile”.

Qui il programma completo