Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Lyft, per battere Uber, organizza il trasporto degli anziani

Lyft, la start up concorrente di Uber la cui valutazione supera i 5 miliardi, sulla quale GM ha appena investito 500 milioni di dollari, ha aperto la strada, per ora solo a New York, a un nuovo business rivolto agli anziani. Si tratta di un accordo appena instaurato con MedTrans, società privata che organizza il trasporto sanitario non emergenziale, per facilitare la mobilità di nonni e persone malate che non hanno lo smartphone o non sono in grado di gestire con facilità le app per chiamare un taxi. Concierge, la piattaforma creata ad hoc consente agli operatori di Medtrans, attraverso una interfaccia web, la prenotazione di un autista Lyft per il viaggio di andata e ritorno del paziente da casa all’ambulatorio: sia per una visita di controllo, sia per un trattamento terapeutico periodico.

Il servizio, secondo i dato forniti sul blog da Lyft, ha un pubblico potenziale enorme visto che un quarto degli americani con più di 65 anni non possiede uno smartphone e ogni anno più di tre milioni di persone perdono o ritardano le cure mediche perché non hanno mezzi di trasporto adeguati, soprattutto nelle grandi città come New York City, dove più della metà delle famiglie è senza auto. Dai primi dati raccolti dalla startup californiana specializzata nel ride sharing, Concierge, ha ridotto i tempi medi di attesa e aumentato il gradimento dei passeggeri che erano insoddisfatti del servizio, spesso carente e poco puntuale, degli altri operatori.

lyft