Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

AAA cercasi geriatri per curare popolazione anziana

Crescono gli anziani nel mondo (secondo le proiezioni dell’Ocse gli over 60 saranno 2,4 miliardi nel 2050 a fronte degli attuali 869 milioni) ma non aumentano i geriatri. Lo afferma Nicola Ferrara, presidente della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria, che all’Ansa spiega: “Il problema della carenza dei geriatri rispetto a una popolazione sempre più vecchia esiste ovunque, in America, come pure in Europa, Italia compresa. Rispetto alle teoriche richieste di geriatri le attuali scuole di specializzazione, che formano circa 120/130 geriatri all’anno  dopo un percorso di 4 anni, sicuramente non riescono a mantenere il passo con le esigenze demografiche del paese. Non è dunque solo un semplice problema demografico legato alla popolazione che invecchia ma anche un problema di tipo assistenziale, legato al numero di strutture, ospedaliere e non, che necessitano della figura del geriatra. Un problema peraltro destinato a peggiorare nel momento in cui saranno avviate nuove strutture di lungodegenza o residenze per anziani, in cui ci sarà ineluttabilmente bisogno della figura del geriatra”. Attualmente la specializzazione in geriatria (scelta soprattutto dalle donne, fino all’80% degli specializzandi) non è tra le più ambite dai neolaureati anche perché  un geriatra guadagna 10 volte meno di altre specialità.  Anche negli Stati Uniti un medico specializzato nelle cure per la terza età guadagna circa 220mila dollari, meno della metà di un cardiologo.

Secondo quanto riferisce il New York Times nell’articolo “As populations ages where are the geriatricians”? il problema è molto serio negli Stati Uniti. Vi sono stati americani in cui la carenza di specializzati è già un’emergenza conclamata. In Oregon, ad esempio, vi è approssimativamente un solo geriatra ogni 3.000 persone over-75. Attualmente vi sono in totale circa 7.000 specialisti in attività in Usa, ma la Società Americana di Geriatria stima che, per rispondere alle esigenze demografiche del paese, le scuole di specializzazione dovrebbero formare almeno 6.250 medici in più da qui fino al 2030, quando 31 milioni di americani avranno superato i 75 anni. Significa che c’è bisogno di circa 450 geriatri in più ogni anno rispetto a quanti sono formati annualmente.