Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Da Vogue a Burger King: umarells e starlet stagionate nuove icone della pubblicità

Iris Apfel, la 94enne collezionista newyorkese, diventata un’icona dello stile, protagonista dello spot del nuovo modello Citroën DS 3, si definisce una starlet geriatrica. Nessuno poteva immaginare che in pubblicità di potesse osare di più, (anagraficamente parlando) invece è successo. Per il centenario dell’edizione britannica della rivista Vogue sul numero di maggio è stato pubblicata una pubblicità dei grandi magazzini del lusso Harvey Nichols con la modella di 100 anni non professionista, lady Majorie Gilbert. La signora non ha mai calcato le passerelle né posato per servizi fotografici e vive da una trentina d’anni in una residenza assistita per anziani a Birmingham. In occasione del suo ultimo compleanno un quotidiano locale ha scritto di lei e questa cosa non è passata inosservata ai creativi dell’agenzia pubblicitaria che le hanno proposto la campagna pubblicata sulla bibbia della moda inglese.

Anche in Italia si è deciso di puntare sugli anta come veicolo pubblicitario. Burger King per lanciare i 300 nuovi ristoranti che verranno aperti nei prossimi 5 anni ha chiesto il supporto degli Umarells. La parola, in dialetto bolognese significa omarino e indica quei pensionati che amano trascorrere le loro giornate osservando e commentando i lavori in corso nei vari cantieri della loro città. Negli ultimi anni, grazie a foto, app e articoli dedicati, gli Umarells sono diventati un vero e proprio fenomeno virale. La catena americana di fast food ne ha quindi selezionati e assoldati cinque Franco, Ugo, Salvatore, Clemente e Adriano, che per una giornata hanno supervisionato un vero cantiere in occasione dell’apertura di un nuovo ristorante nel milanese. Il lavoro degli ultrasettantenni  è stato raccontato nel video-racconto pubblicato sul wall di Facebook dove si invitano altri pensionati a candidarsi al lavoro di vigilanza attenta, (in cambio di un hamburger?). In altro esempio italiano di famosa settantenne reclutata nella pubblicità è la discografica Anna Maionchi, volto delle catene di negozi di ottica Avanzi, Optissimo. L’ex giudice di XFactor pubblicizza la campagna di sconti progressivo (più anni hai meno paghi) il cui claim è #annispesibene

Le offerte per un lavoro socialmente utile rivolto a chi ha la pensione minima

Se gli umarells di Burger King, sono una trovata pubblicitaria, quelli veri fanno parte, nella realtà, del bacino di reclutamento di comuni e regioni per le occupazioni di utilità sociale. A Riccione nel dicembre scorso il settore lavori pubblici ha stretto un accordo con la Cooperativa unitaria sociale pensionati srl per avere uomini che facciano da guardie ai lavori quando il personale non è presente. Per questa attività retribuita il Comune ha stanziato 11mila euro. Più sostanzioso l’investimento della regione Veneto che  ha appena rilanciato, per il secondo anno, il servizio civile per gli over 70 presso comuni e amministrazioni pubbliche stanziando 700 mila euro per sostenere i progetti che impegnano pensionati  a basso reddito. “Il servizio civile per la terza età – sottolinea l’assessore al sociale della regione – rappresenta un’occasione di impegno e valorizzazione delle capacità delle anziani, rivolto a promuovere stili di vita attiva e forme di solidarietà sociale nella prospettiva di favorire l’invecchiamento attivo e la piena partecipazione alla vita della comunità. Ma è anche uno strumento di integrazione al reddito, volto a sostenere chi, magari dopo anni di fatica e di lavoro, si ritrova a far fatica ad arrivare a fine mese”.