Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La lezione di Lucy, la triatleta: liberi di cambiare vita, anche a 60 anni

Un’altra vita è sempre possibile soprattutto, se si ha già finito di pagare il mutuo e si ha la certezza di aver accantonato una pensione minima. Se a questo si aggiunge la probabilità di campare fino a cento anni e di lavorare fino a 70 anni, si capisce la scelta della giornalista inglese Lucy Kellaway.Dopo 31 anni passati a scrivere per il Financial Times, Kellaway ha annunciato in una lettera aperta commiato l’intenzione di abbandonare il posto sicuro al prestigioso giornale per dedicarsi all’insegnamento della matematica nei licei.

La professionista 58enne non è l’unica ad aver abbandonato il posto sicuro per dedicarsi a nuova carriera. Secondo i dati dell’Osservatorio Senior pubblicati il mese scorso anche nel nostro Paese è in atto, grazie alla progressiva longevità e le migliori condizioni di salute anche in età avanzata,  una reinterpretazione delle fasi della vita di quelle persone che una volta venivano definite  “anziane” che oggi coinvolgono una fetta sempre più grande della popolazione, quella degli over 55.  In Italia al 1° gennaio 2016 i residenti over55 erano oltre 21 milioni, di cui oltre 14 milioni (per l’esattezza 14.288.446) tra i 55 e i 74 anni (fonte Istat). La popolazione dei senior (tra i 55 e i 74 anni) risulta ormai aver superato quella dei giovani-adulti (15 – 34 anni) di oltre un milione e mezzo di persone e si prevede che il divario sarà di circa 5 milioni al 2030.

anzianoJPG

 

Da un sondaggio effettuata dall’Osservatorio, oltre a non sentirsi affatto anziani (solo il 15,3% degli uomini e il 28,8% delle donne di della fascia di età  65-74 anni dichiara di sentirsi anziano) gli over 55 esprimono il forte desiderio di essere ancora impegnati e dinamici sia sul fronte familiare sul fronte delle attività (siano esse lavorative o post lavorative) preferibilmente scegliendo tra attività “piacevoli e di autorealizzazione”, orientate per le generazioni successive e per il bene e lo sviluppo della società.

triatleti

Ed è proprio a questa categoria di senior che la ricerca definisce “triatleti” (il cui agire generativo risulta proattivo ed energico e tendenzialmente esteso in tutti gli ambiti d’appartenenza), che Lucy Kellaway indirizza il suo appello:

“Abbiamo la pensione assicurata e possiamo permetterci una decurtazione dello stipendio. Vivremo fino a cent’anni e lavoreremo fino a settanta inoltrati. Se Leonard Cohen è riuscito a fare tour mondiali fino a ottant’anni, io di sicuro riuscirò a trovare l’energia necessaria per stare dentro un’aula tutto il giorno, insegnando ai ragazzi la mia materia preferita”.

Per molti dunque “The best is yet to come”.